L’ozonoterapia del Ben Essere

Acne, asma, arteriopatie, artrosi e ancora, cefalee vascolari e tensive, dolori cervicali e ernie del disco. Ma anche herpes, fibromialgie, reumatismi, infezioni antibiotico resistenti e cellulite. Sono solo alcuni dei nuovi trattamenti che arricchiscono la già ampia possibilità di scelta della Long Life Clinic di Castrocaro Terme. Con una novità: l’utilizzo dell’ossigeno – ozonoterapia un gas totalmente naturale, impiegato terapeuticamente fin dal 1870 per purificare il sangue.

Come funziona l’ozonoterapia

L’utilizzo dell’ozonoterapia, oggi, ha numerosissimi ambiti di applicazione, tutti riconosciuti dalle comunità scientifiche di ogni parte del mondo con oltre 1800 lavori pubblicati. L’ozono, infatti, rappresenta il più potente battericida esistente; grazie alla sua capacità di ossidazione, uccide i batteri attaccando la struttura molecolare delle loro membrane protettive e alterandone gli enzimi interni. Inoltre, è estremamente efficace anche su virus, funghi, muffe, pesticidi, metalli pesanti, nitrati, nitriti e altre sostanze potenzialmente dannose. Non esiste quindi batterio, virus o fungo che possa resistere a una corretta dose di ozono, somministrata nei tempi giusti. L’ossigeno-ozono terapia può essere quindi un valido rimedio al problema sempre maggiore della resistenza dei batteri agli antibiotici. Un fenomeno alimentato dall’abuso o dall’uso scorretto di farmaci che stimolano nei batteri la capacità di resistere alla loro azione.

ozonoterapia-castrocaro-1

L’ozono è in grado di annientare anche quei ceppi batterici contro cui si dimostrano inefficaci anche gli antibiotici più potenti in circolazione. Inoltre, normalizza e riequilibra il sistema immunitario, intervenendo contro le immunodeficienze e contro le risposte in eccesso come, per esempio, nel caso delle allergie. Altri importanti proprietà sono quelle antidolorifiche e antinfiammatorie, nonché la capacità di migliorare il metabolismo cellulare. Nelle zone del corpo dove viene somministrato, l’ozono migliora la circolazione sanguigna, soprattutto il microcircolo dei capillari, scioglie i grassi corporei (molto efficace contro cellulite e adiposità localizzate) e agisce contro i muscoli tesi e contratti.

Esistono effetti collaterali ai trattamenti dell’ozono?
“Non ci sono effetti collaterali all’ozonoterapia, quando vengono somministrati correttamente da un tecnico preparato. La funzione primaria dell’ozono è quella di depurare il nostro corpo dagli organismi,  le sostanze chimiche e altre tossine che respiriamo, beviamo o mangiamo”.

In pratica di cosa si tratta?

“Le terapie bioossidanti vengono utilizzate per fornire al corpo forme attive di ossigeno per via orale, per via endovenosa o attraverso la pelle. Una volta nel corpo, l’ozono si rompe in diverse sottospecie di ossigeno che attaccano virus e microbi anaerobici, vale a dire virus e microbi che hanno la capacità di vivere senza aria, come cellule tessutali malate, lasciando solamente le cellule sane. Quando il corpo si satura con queste forme speciali di ossigeno, raggiunge uno stato di purezza in cui vengono uccisi i microrganismi della malattia, mentre la tossicità sottostante viene ossidata ed eliminata.
Le terapie bio-ossidanti hanno effetto sul corpo umano nei seguenti modi:

Essi stimolano la produzione di globuli bianchi, necessari per combattere l’infezione.
L’ozono è anti-virucidale.
Aumentano la dissociazione dell’ossigeno e dell’emoglobina, aumentando così la distribuzione dell’ossigeno dal sangue alle cellule.
L’ozono è anti-neoplastico, il che significa che inibiscono la crescita di nuovi tessuti come tumori.
Ossidano e degradano elementi chimici dannosi.
Aumentano la distaccabilità della membrana dei globuli rossi, aumentando così la loro flessibilità e efficacia.
L’ozonoterapia aumenta la produzione di interferone che il corpo utilizza per combattere le infezioni.
Aumentano l’efficienza del sistema anti-ossidante dell’enzima, che elimina i radicali liberi in eccesso nel corpo.
Accelera il ciclo acido citrico, il ciclo principale per la liberazione dell’energia dagli zuccheri. Questo stimola quindi il metabolismo di base.
Le terapie bioossidanti aumentano l’ossigenazione tissutale, portando così a migliorare le condizioni del paziente.

« Torna al blog
ozonoterapia